Essere positivi: recuperiamo insieme la forza della positività
15645
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15645,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Essere positivi

ESSERE POSITIVI:
COME FARE CON LA TERAPIA PEAK STATES

COSA VUOL DIRE ESSERE POSITIVI

L’essere positivi si manifesta in diversi modi, per esempio quando ci si esprime evitando il più possibile espressioni come “no, mai, non succederà, non si dovrebbe”, oppure quando i primi a venirci in mente sono i pro, invece dei contro, o ancora quando si parla più di ciò che si ha piuttosto che di ciò che manca.
Quando si è positivi, si incoraggiano di più le persone piuttosto che indicare i loro difetti, oppure si indicano le possibilità prima dei pericoli. Essere positivi vuol dire credere di più in sé stessi, credere di potercela fare, che si raggiungeranno obiettivi e desideri.

MANCANZA DI POSITIVITÀ: I SINTOMI

Per te è difficile vedere i lati positivi delle cose, hai difficoltà ad affrontare i cambiamenti. Forse la tua infanzia sembra una fila di eventi da dimenticare, piuttosto che conservare con gioia, oppure hai vissuto esperienze traumatiche nel passato che continuano a venire a galla e scatenano paure e angosce. Il motivo è che qualcosa si è “perso lungo la strada”: abbiamo lasciato andare parti importanti di noi che dobbiamo letteralmente e materialmente recuperare.

MANCANZA DI POSITIVITÀ: LE RAGIONI

Semplificherò. Quando nasciamo, siamo molto saggi e le nostre intuizioni sono d’oro, ma spesso non sono riconosciute dagli adulti nella nostra vita, a causa delle sovrastrutture sociali e dei loro complessi. I nostri momenti d’oro passano, la ricchezza dei bambini diventa perdita e delusione. Questo è ciò che ci portiamo dentro e che ci impedisce di essere positivi.
Trasformare questo fondamentale problema che domina la nostra positività è il primo passo per capovolgere la situazione. Questo apre le porte al riconoscere e trasformare gli altri eventi traumatici nella nostra vita.

ESSERE POSITIVI: COME FARE

Essere positivi è possibile e alla portata di tutti.
L’approccio Peak States aiuta a comprendere il valore dell’intuizione che avevamo da bambini.
Si “guarisce” la convinzione che il nostro essere positivi sia senza senso, che non serva a niente.
Recupererai la forza di quei momenti andati persi, quegli stimoli a proseguire, a credere, a gioire. Lo faremo insieme, lavorando sui tuoi sentimenti e sui tuoi più nascosti lati dimenticati.
I traumi legati a queste perdite verranno leniti, avrai la sensazione che si dissolvano con semplicità.

CHI HA PROVATO DICE…

SCOPRI UN MONDO DIVERSO

– La sessione della terapia Peak States
per reclamare la tua positività –

Per recuperare la tua positività, reclamandola a gran voce come tua di diritto, la Terapia Peak States come sempre parte dal chiarire la condizione da trattare, individuarne le dinamiche e osservarle nella loro interezza.

La durata della sessione è di circa un’ora e mezza, a volte due.

Attraverso la regressione guidata e una varietà di tecniche del trattamento dei traumi, risolverai la situazione per la quale mi richiedi aiuto. Al termine di ogni sessione, ti sentirai calmo, in pace e leggero.

Ti guiderà la mia voce, percepirai quante sfaccettature può avere il tema che stiamo trattando, le accetterai e ti aiuterò a osservarle nella loro completezza. Le vedrai letteralmente trasformarsi, cambiare forma e alla fine si placheranno e dissolveranno. Sarai tu a dissolverle.

Useremo un punto dei meridiani usato nell’agopuntura, che picchietterai tu stesso con le dita, senza il mio contatto.

Questo sito utilizza cookies per funzionare correttamente. Leggi la mia Privacy Policy per i dettagli. Accettando, dichiari di essere d'accordo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi